L’olio premium di Oilalà, tra i migliori oli extravergine d’oliva al mondo

Oilalà è un produttore conosciuto a livello internazionale per il suo olio extravergine pluripremiato. È infatti presente negli Stati Uniti, in Giappone, Cina, Grecia anche grazie ai riconoscimenti ottenuti: ecco qui l’elenco completo.

  • GOLD OLIVE MEDIUM all’ Oil China Competition 2018
  • BEST IN CLASS al Japan Olive Oil Prize 2018
  • GOLD MEDAL al Tokyo Olive Oil Competition 2018
  • GOLD MEDAL al EVO International Olive Oil Contest 2018
  • GOLD MEDAL al New York International Olive Oil Competition 2018
  • GOLD MEDAL al Los Angeles International Extra Virgin Olive Oil Competition 2018
  • GOLD MEDAL all’Athena International Olive Oil Competition 2018
  • PLATINUM AWARD al London International Olive oil Competitions 2018
  • ONE OF THE BEST OLIVE OIL al Der Feinschmecker Contest 2018

Insomma Oilalà produce uno dei migliori oli extravergine d’oliva al mondo e si è affermato come brand di fascia premium riconosciuto ed ammirato.

Breve storia dell’azienda

L’azienda a conduzione familiare nasce nel 2010 a Barletta, quando il fondatore e CEO Spiros Borraccino decide di seguire le orme del nonno Spiridione, produttore d’olio di origini greche da cui, oltre al nome, ha ereditato anche la passione per l’agricoltura. L’idea del brand Oilalà nasce dall’unione di “Oh la là”, espressione di sorpresa e meraviglia, e naturalmente la parola inglese “Oil”. Il terreno di Oilalà comprende dieci ettari di oliveti dell’età di 15 anni sulla costa adriatica della Puglia interamente coltivati a regime biologico.

L’olio premium di Oilalà

Per soddisfare tutti i gusti e le preferenze dei consumatori, Oilalà offre due oli monocultivar di coratina e leccino, oltre ad un blend bilanciato di diverse varietà. Dalla cultivar coratina, simbolo della Puglia, si ottiene un olio ricco di polifenoli e caratterizzato da una bassissima acidità; un olio dal sapore molto intenso e fruttato. Dalla cultivar leccino viene estratto un olio dal sapore equilibrato, fresco, dolce e poco fruttato.

A custodire gli oli pregiati bottiglie di vetro che paiono quelle di un profumo di lusso, esibendo un’eleganza che nasce dalla grande cura posta da Spiros anche nel design del prodotto.

Azzeccata la serigrafia del brand sorretto dalla dicitura “LIQUID LUXURY”.


Molto interessante anche la linea gourmet di sottoli interamente dedicata alle eccellenze gastronomiche pugliesi: peperoni; melanzane a filetti, carciofi grigliati, funghi cardoncelli, e molte altre prelibatezze. Ultime, ma non per sapore, le classiche ed intramontabili olive in salamoia di Bella di Cerignola, Peranzana e Nocellara: tutte cultivar famose per la loro polpa consistente e gustosa.

Uno dei primi 3 produttori ad accedere a Semina

Cos’è Semina? Un progetto nato dalla collaborazione tra Emerge e Two Hundred per permettere alle aziende agroalimentari italiane di raccogliere capitali attraverso equity crowdfunding! Oilalà è stato uno dei primi 3 produttori ad accedere a questa piattaforma esclusiva assieme allo storico grissinificio piemontese Mastrocesare ed all’innovativo Wow Food, unico produttore di Fingerlime in Italia.

Oilalà è entrata in Semina per compiere un processo di crescita ambizioso. In primis la costruzione di un frantoio ipermoderno ad ultrasuoni situato in una masseria nel mezzo di ulivi secolari; in seguito l’ottenimento delle certificazioni BRC, Kosher (per la clientela ebraica), Demeter ed ISO220005 (a garanzia della rintracciabilità della materia prima). Infine, entro il 2022, Spiros punta a lanciare una linea di Cosmetica Naturale Oilalà aprendo un esclusivo Experience Shop Oilalà a Milano entro l’anno successivo.

Gli investimenti di venture capital nel settore agrifood a livello mondiale fanno ben sperare: hanno registrato un costante incremento dal 2014, passando da 3.08 Miliardi di Euro a 14.3 Miliardi nel 2018. Di questi, ben 8,8 Miliardi sono stati investiti in Europa!

Una veloce idea di come viene prodotto questo nettare d’oliva

La raccolta delle olive, che inizia da metà ottobre ed arriva fino a fine novembre, è una fase critica e delicata per la determinazione della qualità del prodotto finale: il grado di maturazione delle olive è determinante; nel caso in cui queste non venissero raccolte al momento giusto, potrebbero macerare e perdere di qualità. Oilalà adotta un processo di lavorazione innovativo che permette l’annullamento del problema dell’ossidazione e dell’irrancidimento dell’oliva. Inoltre per questo splendido prodotto viene effettuata una raccolta a mano, certamente costosa e lenta, ma in assoluto la migliore tecnica per mantenere una perfetta integrità dell’oliva.

Scopri Oilalà

Torna in alto