Tartuflanghe: i migliori tartufi e prodotti a base di tartufo dal cuore delle Langhe

Tartuflanghe è un’azienda artigianale a conduzione familiare, dal 1975 lavorano con passione e dedizione per diffondere i prodotti tipici del Piemonte.

Breve storia dell’azienda

L’azienda Tartuflanghe deve la sua origine all’esperienza culinaria di Beppe Montanaro, maturata lavorando all’hotel Savona, punto di riferimento gastronomico ad Alba, e come Chef Saucier sulle navi da crociera negli anni 1958-1966; da istruttore di scuola alberghiera e poi come proprietario del rinomato ristorante “Da Beppe”. Nel 1968 Beppe decide infatti di aprire, con la moglie Domenica Bertolusso, un ristorante: situato nel centro di Alba, in quel periodo “Da Beppe” era considerato un punto di riferimento per gli amanti di funghi e tartufi, tanto da essere addirittura segnalato dalla guida Michelin.

È proprio negli anni ’70, anni in cui il mercato del tartufo vede la sua massima espansione, che Beppe ha l’intuizione di fare trading e di vendere il pregiatissimo fungo ai ristoratori. Tartuflanghe nasce quindi nel 1975 per mettere a frutto l’estro e l’esperienza di Beppe. 

tartufo bianco di tartuflanghe


Negli anni ‘80 e ’90 Domenica e Beppe studiano e codificano le ricette tipiche della tradizione piemontese per renderle disponibili a tutti gli amanti del tartufo anche fuori stagione.

Dagli anni Duemila Stefania e Paolo, figli di Domenica e Beppe, affiancano i genitori con le conoscenze acquisite durante i percorsi di studio: Stefania ha frequentato l’istituto alberghiero ed ha seguito uno stage nel ristorante di Carlo Cracco a Piobesi; Paolo ha dedicato i suoi studi alla chimica ed è grazie al suo contributo che Tartuflanghe riesce a sviluppare prodotti liofilizzati e sferificati, sempre più ricercati dai grandi chef.

perlage di tartufo di Tartuflanghe
Perlage di tartufo di Tartuflanghe


Nei laboratori di ricerca e sviluppo di Tartuflanghe sono stati creati i prodotti al tartufo più innovativi degli ultimi anni, premiati anche a livello internazionale, nuove tecniche per la conservazione del tartufo e nuovi trend gastronomici. Artigianalità e innovazione: queste sono le parole che contraddistinguono oggi l’azienda, con una ricerca continua delle migliori materie prime.

Nel 2010, Tartuflanghe diventa la prima azienda al mondo a presentare il tartufo liofilizzato “No H2O”: 100% tartufo fresco liofilizzato, ottenuto per estrazione fisica di tutta l’acqua presente nel tartufo, senza l’utilizzo di alcun additivo o procedimento chimico. Un prodotto innovativo che permette di mantenere intatti fragranza e sapore del tartufo a lungo e di farli risaltare su tutti i piatti caldi.

tartufi liofilizzati no h2o di Tartuflanghe
Tartufo liofilizzato “No H2O” di Tartuflanghe


Oggi Tartuflanghe possiede 26 ettari di bosco, divisi in piccole superfici: in questo territorio l’azienda sta cercando di mettere in atto alcuni accorgimenti che rendano il terreno più adatto alla crescita del tartufo.

Questa è la storia che ha portato Tartuflanghe ad essere oggi un punto di riferimento per i prodotti al tartufo di alta gastronomia, promuovendo nel mondo le specialità locali delle Langhe, con un assortimento di più di 100 referenze dedicate ai diversi canali, dai negozi specializzati ai migliori chef dei più importanti ristoranti internazionali.  


Emerge ha avuto il piacere di approfondire con Tartuflanghe alcuni punti che rendono unica quest’azienda.

Ecco la nostra breve intervista a Tartuflanghe

Quale ritenete essere l’unicità di Tartuflanghe? Qual è il valore aggiunto dei vostri prodotti?

Il mondo del tartufo, legato magicamente al bosco e al territorio delle Langhe e Roero, è il nostro punto di partenza. Da quasi quarant’anni noi cerchiamo di trasmettere in ogni nostro prodotto la voglia di innovare costantemente, pur rispettando la migliore tradizione gastronomica italiana.

Quanto conta per voi la trasparenza nella filiera? 

L’alta qualità non può prescindere da valori quali la trasparenza della filiera, sia per il tartufo fresco che per i prodotti trasformati. 

Cosa state facendo dal punto di vista della sostenibilità?

Coerentemente con la nostra strategia aziendale, sosteniamo l’ambiente ed il nostro territorio. Oggi le nuove frontiere della nostra ricerca si estendono dalle cucine alle tartufaie, da dove provengono i preziosi tartufi. Crediamo che la protezione e la pulizia dei boschi, un attento lavoro di mappatura dei terreni più indicati alla crescita del tartufo e lo studio scientifico delle tartufaie, ci consentiranno di garantire la qualità e la presenza del tartufo bianco nella nostra Regione per gli anni a venire. L’energia impiegata nel processo produttivo proviene da fonti 100% rinnovabili e l’impianto fotovoltaico ubicato a copertura dell’azienda ci consente di produrre gran parte dell’energia necessaria.

In quale mercato pensate di potervi inserire in futuro? 

Stiamo investendo molto negli Usa. Ad oggi abbiamo i nostri prodotti presenti in 63 paesi del mondo.

Come vedete il futuro del tartufo, dei prodotti a base di tartufo e della loro commercializzazione?

Il tartufo fresco resta un mondo a parte legato alla natura. Il futuro dell’ambiente e della nostra terra influenzerà anche la disponibilità del prezioso tubero. Nuove tematiche sociali e ambientali, quali pack sostenibile, energie rinnovabili, Bio, Vegan, Gluten free, saranno invece protagoniste sul mercato.

Scopri Tartuflanghe

Torna in alto